Perché il triathlon

Esistono luoghi in cui i sogni possono essere vissuti, esistono luoghi in cui il processo di crescita dei ragazzi è un vero e proprio lavoro, esistono luoghi in cui lo sport rappresenta un modello educativo che permette di avere dei miglioramenti e dei risultati anche nella vita di tutti i giorni. In tutta la mia vita sportiva non avevo mai visto una struttura che permettesse di far esprimere così al meglio un giovane, indirizzarlo verso un’educazione sportiva e verso alcuni valori che permetteranno di fare la differenza anche in altri ambiti che vanno oltre allo sport.

Questo articolo per me rappresenta un dialogo che farei con qualsiasi padre o qualsiasi madre che sceglie di indirizzare i propri figli verso un processo di educazione completa che riguarda sia lo sviluppo delle qualità fisiche  che delle qualità cognitive.

Una tra le domande più importanti che qualsiasi genitore potrebbe formulare sarebbe la seguente: “Qual è l’obiettivo finale di un bambino o di un giovane all’interno di un processo educativo durante il periodo scolastico?” Esistono molte risposte a questa domanda, ma vorrei concentrare maggiormente l’attenzione sull’aspetto educativo-cognitivo e sulla ricerca della massima espressione delle qualità personali di ciascuno. Il triathlon consente di sviluppare una serie di qualità che andranno sicuramente ad incidere nel percorso di formazione di un giovane, a cominciare proprio dalle esigenze che hanno i ragazzi durante il processo di crescita. Ho deciso di approfondire alcune tra le tematiche più importanti che contraddistinguono il nostro modello di educazione sia fisico che cognitivo. In particolare parleremo delle analogie tra le qualità necessarie nello sport e le qualità necessarie per affrontare un percorso scolastico, lo sviluppo dell’aspetto motorio e funzionale integrato con lo sviluppo degli aspetti cognitivi legati allo sport ed infine affronteremo le tematiche legate alla vittoria e al successo, che andremo ad analizzare e ad illustrare attraverso quello che vogliamo rappresentare con lo stile di Oxygen.

Tutti i ragazzi vengono inseriti all’interno di un percorso scolastico fin dall’età di 6 anni, durante questo periodo di formazione ci si ritrova a dover affrontare una serie di sfide che accompagneranno un bambino fino all’età adulta. È un processo lungo e complesso, per questo sarà necessario sviluppare alcune qualità come: la concentrazione, la motivazione, la consapevolezza, l’intuito e la massima espressione delle proprie qualità personali. Il triathlon attraverso i suoi valori può insegnarci a conoscere e padroneggiare tutti questi elementi. L’acquisizione di queste conoscenze rappresenta uno dei nostri obiettivi all’interno del settore giovanile, ci assicuriamo di trasmettere questi insegnamenti e ci assicuriamo che queste qualità si possano comprendere e sfruttare per migliorare le proprie capacità personali. Proprio come nella vita di tutti i giorni non esiste un vero avversario da battere ma la continua ricerca di un miglioramento delle nostre qualità personali potrà farci fare la differenza. L’educazione proposta dalla scuola non è sempre sufficiente a fornire ad un bambino o ad un giovane quella necessaria consapevolezza e maturità che lo sport può insegnare. L’interazione tra risultati scolastici, risultati sportivi e miglioramento delle qualità che una persona può sviluppare rappresentano il risultato ottimale nella fase di crescita in età scolastica. Ci poniamo l’obiettivo di arrivare al termine di questo processo con i valori necessari per fare comprendere quali sono i principali punti di forza attraverso lo sviluppo del talento e quali sono i limiti sui cui possiamo lavorare.

Per quanto riguarda l’aspetto motorio e funzionale, le qualità che si andranno a sviluppare saranno affrontate in maniera completa sia dal punto di vista coordinativo che dal punto di vista condizionale. All’interno del settore giovanile i ragazzi saranno seguiti da allenatori qualificati che nel nostro caso avranno una duplice funzione di educatori all’interno del contesto che Oxygen vuole ricreare. Lo stile che ci proponiamo di trasmettere è quello che permette di far esprimere al meglio i nostri giovani atleti partendo sempre dal presupposto che lo sport è una fonte di piacere, insegniamo ai nostri ragazzi che cosa significa lavorare, che cosa significa inseguire un sogno e che cosa significa mettere passione in quello che si costruisce. Tuttavia, nel nostro stile di insegnamento, l’aspetto motorio è perfettamente integrato a quello psicologico, l’idea di benessere all’interno della nostra squadra, di sviluppo delle caratteristiche personali e di miglioramento delle capacità relazionali sono le cose più importanti che vogliamo trasmettere ad un giovane.

Il tema del successo e il tema della vittoria rappresentano elementi che spesso in ambito sportivo assumono un’importanza eccessiva durante le fasi di apprendimento e spesso questi due temi vengono associati ad altri valori che non hanno nulla a che vedere con questi concetti. “Che cos’è la vittoria all’interno del nostro contesto di triathlon?” La vittoria non è arrivare prima di un avversario, la vittoria non è nemmeno rappresentata da quello che ci racconta il cronometro durante le competizioni, ma in questo sport la vittoria è rappresentata da tutti quei fattori che ci permetteranno di crescere e affrontare gli ostacoli che anche la vita ci pone in maniera differente.

Questo sport non è altro che la rivelazione del carattere di ciascuno di noi e dell’atteggiamento che sviluppiamo nei confronti delle sfide, ci fa comprendere i limiti, gli sbagli e la forza che possiamo sviluppare per superare gli ostacoli.

Federico Gallo.

Tecnico Oxygen