Monthly Archives: giugno 2016

  • 0

Week End di Sirmione,Idroman e Duathlon di Parma

Category : Archivio Post

2016-06-26-PHOTO-00001774
Week End inteso di gare e temporali quello appena passato.
Partiamo con ordine..Sabato si è tenuto il GARMIN TRIO Sirmione famoso per la location e la festa bella festa post gara.
L’oxygen schierava ben 14 atleti (3donne e 11 uomini) che hanno dato battaglia dal primo metro fino alla finish line.
2016-06-26-PHOTO-00001781
Tra le donne Elisa fa una grande corsa che la rende prima tra le oxy e 25 assoluta. Grande Carmen, che nonostante le brutte  sensazioni durante tutta la gara conclude comunque con un ottimo 2.42, seguita da Ale Comotti che questa volta relega Simone al ruolo di Capo tifoso con gli altri mitici supporter Ossigenati (Milena ,Matteo e altri amici) !!!
1 25 919 MONTRASIO ELISA OXYGEN TRIATHLON ita M1 7 25 2:36:43 +24:45
2 36 968 RUIZ PARDO CARMEN OXYGEN TRIATHLON ita S3 8 36 2:42:56 +30:58
3 60 984 AMBROGI ALESSANDRA OXYGEN TRIATHLON ita M1 15 60 2:53:38 +41:40

2016-06-26-PHOTO-00001783   2016-06-26-PHOTO-00001779

Passando agli uomini grande gara per Simone Ferraro che nuota forte, grande bici con pezzi in solitaria davanti al gruppo e una corsa a 37′ nonostante il caldo e Norbi (che realizza l’8° tempo bike) e paga il caldo nella corsa. Max nuota bene e crea un bel gruppo in bici che raggiunge altri due gruppi chiudendo in 1.01, ma poi di corsa anche lui è costretto a camminare, dopo i primi due km sotto i 4. L’importante è aver battuto il rivale amico (tu sai chi sei) sventando anche il tentativo di rimonta del forte Matteo Bennati(urge trovare un soprannome).. Marco Gatti cade in bici ma non molla e chiude comunque in buona posizione.Ottimo esordio sulla distanza del nostro William che paga il nuoto senza muta, Marco Mazzara festeggia alla grandissima il suo compleanno a sirmione felicissimo per il suo esordio sulla distanza. Papamau soffre crampi anche a dei muscoli di cui non conosceva l’esistenza , Stefano Galletti chiude la sua gare come sempre con un gran sorriso!!
Bella anche l’occasione per salutare il nostro amico Tony Duffy tornato in italia per competere a Bardolino e qui (purtroppo squalificato per aver involontariamente saltato un giro di corsa).
1 21 26 FERRARO SIMONE TIZIANO OXYGEN TRIATHLON ita S3 3 21 2:01:17 +6:32
2 30 33 BROGGINI NORBERTO OXYGEN TRIATHLON ita S2 4 30 2:05:05 +10:19
3 80 156 DIOGUARDI BURGIO MASSIMO OXYGEN TRIATHLON ita S4 20 80 2:13:10 +18:24
4 129 475 BENATTI MATTEO OXYGEN TRIATHLON ita S2 17 129 2:18:10 +23:24
5 279 493 GATTI MARCO OXYGEN TRIATHLON ita S3 44 279 2:27:33 +32:48
6 325 458 MAZZARDIS WILLIAM OXYGEN TRIATHLON ita S2 31 325 2:29:56 +35:10
7 382 570 DULIO ANDREA OXYGEN TRIATHLON ita S4 89 382 2:34:02 +39:16
8 385 691 MAZZARA MARCO OXYGEN TRIATHLON ita M2 56 385 2:34:11 +39:25
9 543 389 BARBIERE MAURIZIO GIUSEPPE OXYGEN TRIATHLON ita M2 88 543 2:49:26 +54:40
10 614 655 GALLETTI STEFANO OXYGEN TRIATHLON ita M2 109 614 3:05:37 +1:10:51
11 DSQ 319 DUFFY ANTHONY OXYGEN TRIATHLON A.S.D. ita M4 2:09:44 +14:59

IDROMAN

IMG_3268

La domenica si è svolta anche una delle gare più dure del panorama italiano sulle distanze olimpiche e medio.

I nostri Valerio Pattano e SuperMario Farsetti non si sono fatti scappare l’occasione e si sono presentati al nastro di partenza (il primo per la distanza olimpica ed il secondo per la media).

Valerio porta a casa una bella prestazione molto vicina alla top 100 (vincitore un atleta del calibro di Pasqualini n.d.r.) mentre SuperMario decide che tornare a casa solo con la medaglia da finisher questa volta non era sufficente..quindi scalando i 3000mt di dislivello nel percorso bici decide che il secondo posto di categoria poteva andare più che bene!!

106 232 PATTANO VALERIO OXYGEN TRIATHLON ita M1 25 106 3:12:48 +48:51

6554FARSETTI MARIOOXYGEN TRIATHLONitaM4 2 65 7:02:57+1:44:49

Campus Triathlon  PARMA
zuzuzu
Nel Duathlon di Parma STEFANIA  MARINO ha  conluso al tredicesimo posto e terza  di categoria  in una gara caratterizzata da un caldo  micidiale( si son toccati i 35 gradi)   mentre Sebastiano Vergine partecipa al triatlhon e conclude 90esimo s  con un tempo di 1 ora e 9 minuti ! Ecco il suo commento a caldo:”  son contento del mio tempo ma mi rendo conto che i ragazzi giovani nelle gare sprint Hanno una Marcia in piu’  !”
13107 MARINO STEFANIA OXYGEN TRIATHLONita S4 4 13 1:16:52 +13:19
1 90 105 VERGINE SEBASTIANO OXYGEN TRIATHLON ita M1 14 90 1:09:31 +15:55

 


  • 0

Olimpico di Bardolino, 70.3 Lussemburgo e Campionati Italiani di Aquathlon Classico

Category : Archivio Post

bardo formosa 13450115_1180110365343081_8648289239547680494_n

Olimpico internazionale di Bardolino

Il triathlon dei grandi numeri in Italia è Bardolino e quest’anno non mancano le nostre bollicine, 16 tra uomini e donne. Anno di record di iscrizioni e grandi risultati per i nostri atleti top!

Conferma una stagione da protagonista il nostro Davide Campiotti che chiude 28° assoluto e si aggiudica anche il premio in denaro (offri da bere!!). Sempre tra i primi 100, Riccardo Cipolat esce 41° dal nuoto, perde qualcosa in bici ma corre a 4 al km conquistando l’80 posizione! Benati Matteo precede di 1′ il nostro Cancellieri Angelo che gestisce bene la gara e riesce a tenere i 4.13 la frazione podistica. Gatti Marco e l’ironman Lorenzo Caligara arrivano a circa due minuti di distanza, entrambi con una corsa molto buona. Spagnolo di nazionalità, ma oxygen di adozione, Manuel Macias  fa segnare nel nuoto la frazione più veloce. Presente Amos che sembra non far fatica in gara fino alla frazione podistica dove recupera tante posizioni. Nizzardo per vocazione, genovese e ossigenato convinto il nostro Andrea Duca sempre mettere a frutto le ore di lezione di bici. Chiudiamo con il nostro grandissimo Aldo che si sfida in questo olimpico e ferma l’orologio in 3 ore esatte!

Ecco la classifica dei nostri uomini:

 

 pos  pett  nome  cat  ps cat  tempo
1 28 64 CAMPIOTTI DAVIDE S2 28 2:03:02
2 80 495 CIPOLAT RICCARDO S2 5 80 2:12:40
3 359 712 BENATTI MATTEO S2 36 359 2:26:04
4 408 1723 CANCELLIERI ANGELO M1 66 408 2:27:35
5 428 1294 GATTI MARCO S3 53 428 2:28:09
6 478 1046 CALIGARA LORENZO M1 82 478 2:29:56
7 680 91 MACIAS MOY DIEGO MANUEL S4 155 680 2:35:07
8 931 1876 MAGISTRI AMOS M3 93 931 2:41:17
9 947 1634 DUCA ANDREA M2 167 947 2:41:46
10 1377 1235 RABITA ALDO M2 267 1377 3:00:50

 

Andiamo alle donne? Strepitosa la nostra velocissima Aude, chiude anche lei tra i premiati assoluti in 15° posizione! Seguita da Cloè che, riesce a nuotare bene, conferma una bici molto forte (più veloce di molti maschietti) e purtroppo corre non al suo livello per una fascite plantare. A soli 2 minuti, ecco la nostra Francesca Ravarotto che spinge sempre a tutta a si vede!! Ilaria Del Grande, in ripresa dopo diversi infortuni che l’hanno tenuta bloccata per 50 giorni sceglie bardolino per riconquistare i tappeti blu del traguardo! La nostra futura deputata Gloria Rinaldin continua a spingere e partecipa con l’amica Joana Lobo a questo olimpico divertendosi come sempre! Ecco i loro tempi:

1 15 146 KIENZLER AUDE EMMA YVONNE S4 15 2:28:46
2 63 158 DESMET CLOE’ S2 8 63 2:44:01
3 67 163 RAVAROTTO FRANCESCA S4 7 67 2:46:08
4 97 295 DEL GRANDE ILARIA M1 17 97 2:51:10
5 163 243 RINALDIN GLORIA S1 6 163 3:08:56
6 187 229 LOBO PEREIRA VICENTE JOANA S3 24 187 3:22:28

 

LUSSEMBURGO: da 70.3 a super duathlon 5km/90km/21km

13450115_1180110365343081_8648289239547680494_nDoveva essere l’esordio sulla distanza 70.3 per la nostra First Lady e per Iain Formosa, ma si è trasformato in una prova di carattere che i nostri ossigenati hanno superato a pieni voti! Presente anche il nostro fighissimo Davide Marelli che ha fatto segnare il tempo più veloce, ma andiamo con ordine.

Molti tra noi, avrebbero evitanto di fare un duathlon con tali distanze, ma non i nostri ossigenati! Partiamo per galanteria dalla nostra First lady che è molto soddisfatta per la sua esperienza, fa segnare una buona bici tra vento forte e pioggia e corre al suo passo per tutta la mezza maratona. Questa prova la lascia con il sorriso, fa dimenticare Candia e porta tutti noi a sospettare in un full distance a breve!

Andiamo agli uomini: Fortissimo il nostro Davide Marelli, allenato dal nostro Tommaso, fa segnare dei tempi di corsa tipici del nostro coach ed una bici fortissima chiusa in 2h31′. Gara con la G maiuscola per Formosa che conferma di essere un altro atleta rispetto agli anni precedenti e corre la sua mezza finale in un tempo che solo due anni fa non avrebbe fatto neanche nella mezza secca!

Ecco i commenti a caldo del nostro new finisher Formosa:

“Bellissima esperienza.  Organizzazione perfetta.  Peccato solo per il cambiamento in duathlon che secondo me a fatto che la gara era più impegnativa con quei 5.8kms di frazione corsa al inizio.  Durante questi kms iniziali mi sono un po’ risparmiato chiudendo in 30:08.  Percorso bici molto bella e panoramica durante la quale per cinque minuti abbondanti ha cominciato a diluviare.  A questo punto ho chiesto a Dio perché’ questo tempo dopo tutti questi allenamenti ?  Sicuramente non po’ essere peggio di questo ! Credo che Dio mi ha ascoltato perché qualche minuto dopo ha smesso di piovere ed e anche apparso il sole :))  Dopo 36kms di piatto assoluto la frazione bici e diventata abbastanza impegnativa con un dislivello totale di 850m fino a km 80 dopo in pianura ancora per gli ultimi dieci kms.  Totale 3:10:07.  La mezza l’ho corsa molto bene con costanza e l’ho chiuso in 1:48:32.  Totale 5:38:30 incluso due transizioni un po’ troppo lunghi (T1 4:44, T2 4:59).  Mi sono divertito tanto.  Sono molto contento per gli altri ossigenati Katja che ha sorriso per tutti i sei ore :)) e Davide che e andato come un proiettile e che proprio non ho visto durante la gara.  Grazie anche del sostegno del Pres durante tutti i frazioni e soprattutto a Romilda, Matteo e Francesco per tutto il loro supporto e incoraggiamento durante tutta la gara.  Un ano fa non credevo mai che potevo fare un mezzo ironMan.  Adesso non vedo l’ora di fare un’altra e di migliorarmi ancora.  Alla prossima.”

DAVIDE MARELLI 24:50 2:31:54 1:39:42 4:42:34
Formosa, Iain 00:30:08 03:10:07 01:48:32 05:38:30
Katja Silander 32:41 3:10:20 2:12:07 6:07:10

Campiontati italiani di Aquathlon

Unico presente Simone Ferraro, corre come se non ci fosse un domani, ma soffre durante la frazione di nuoto anche a causa di problemi tecnici con il body. Ecco i suoi tempi:

Detection Km time
total
average
total
pos
total
Km
fraction
fraction
time
average
fraction
pos
fraction
Run1 2.50 0:08:13 3’16” min/Km 12 2.50 0:08:13 3’16” min/Km 12
Swim 3.50 0:25:49 0’44” min/100m 32 1.00 0:17:37 1’45” min/100m 64
Run2 6.00 0:35:43 5’57” min/Km 28 2.50 0:09:54 3’57” min/Km 26
Finish 6.00 0:35:43 10,08 Km/h 28 0.00

 


  • 0

70.3 Pescara e sprint di Nibbiano: il meteo protagonista!

Category : Archivio Post

70.3 Pescara: 3 ossigenati veri finisher con tanto di nuoto

All’Ironman made in Italy presenti 3 ossigenati che riescono ad essere felici come dei bambini (citazione testuale dai loro commenti) e portare una medaglia meritatissima soprattutto pensando alle condizioni con cui è stata conquistata. Non è stato il solo meteo ad accanirsi sui nostri concorrenti che hanno subito la pioggia per tutto il tempo, anche le scelte organizzative hanno portato solo metà degli atleti a nuotare (anche se le condizioni meteo e del mare stavano progressivamente peggiorando). Ovviamente in questa metà presenti i nostri 3 eroici ossigenati.

Enry Minarini, veterano della distanza nuota a rana per quasi tutta la frazione e si scatena poi in bici facendo segnare un ottimo 2:37.  Fabio Corradin, dopo una lunga pausa per sistemare casa, è tornato sulle distanze lunghe facendo segnare il tempo più veloce nella frazione podistica. Per essere il suo secondo 70.3, il nostro Paolo Terrazza dimostra di saper gestire la gara con una buona bici e una corsa costante.

Le gare del circuito IM, anche se con problemi tecnici e interruzioni lasciano un ricordo indelebile in noi triathleti e tanta voglia di ringraziare i compagni diretti ed indiretti di queste avventure. Ecco il post del nostro Paolo la sera dopo la gara:

“Dopo una bella dormita gli animi si sono calmati, ieri ho finito l’Ironman 70.3 di Pescara, gara dal mio punto di vista molto impegnativa, vi racconto in breve la mia esperienza: sveglia molto comoda, data la partenza fissata alle 12.15, il tempo purtroppo era già brutto alla mattina con pioggia, arriva il momento della partenza, adrenalina a 1000 ance perché il mare grosso e il vento ha fatto sì che solo un centinaio di atleti me e i miei compagni su 1300 partenti svolgessero completamente la frazione dei 1900m di nuoto, appena usciti dall’acqua i giudici ci comunicano che anche se avevamo nuotato la frazione era stata annullata per sicurezza….. ( qui mi sono un po’ incavolato), comunque partiamo con la bici, posti bellissimi con panorami mozzafiato, cerco di scaricare il nervosismo pedalando e porto a casa una buona frazione di bici, arriva la fatidica mezza maratona, a questo punto metto in pratica i consigli del mio grande coach Tommaso Violano, e cerco lo sguardo della Maria Rosaria Ruvolo che mi ha seguito prendendosi un bel po’ d’acqua ( non smetterò mai di ringraziarla..), i km passano 17,18,19… finalmente l’arrivo, una voce comunica il mio nome, a quel punto scarico tutto quello che ho fino alla linea del traguardo dove trovo l’abbraccio di Fabio Fabio Coradin e Enrico Minarini compagni d’avventura. Alla fine sono molto soddisfatto e vorrei ringraziare un po’ di persone da: Simone Ferraro per il supporto e l’allenamento Massi Fisio per avermi trattato come un professionista, chiaramente Tommaso Violano per la preparazione Fabio Aladino Franzini per la sua disponibilità e per il supporto e tutte le persone che mi hanno sostenuto. Grazie di cuore a tutti!!!!!!!”

Ecco i tempi dei nostri eroici finisher:

Minarini, Enrico ITA 38 302 00:00:00 02:37:59 01:50:10 05:30:28
Coradin, Fabio ITA 71 387 00:00:00 02:53:22 01:39:08 05:35:47
Terazza, Paolo ITA 90 480 00:00:00 02:45:02 01:53:10 05:40:45

 

Nibiano: una bollicina DOC presente e pronto alla stagione!

13412898_10209956924458549_8582764603215064007_n
Micci is back e ce lo racconta così “La giornata è iniziata sotto un potente temporale che non presagiva nulla di buono, si rischiava l’ennesima gara monca o di non partire proprio. Fortunatamente smette di piovere e si può partire.
Prima frazione di nuoto a  “L” con partenza a tutta per scrostarsi di dosso un paio di cozze dai piedi, poi bracciata bella distesa e via lisci fino al T1. La zona cambio nel mentre si era trasformata in un incubo di acqua e fango, si lotta per stare in piedi…dopo  50 m di arrampicata per uscire dalla zona cambio giù in picchiata per la bici.
Battezzo subito una buona ruota che tengo fino al primo giro di boa, il percorso si snoda su 3 giri nel paese, mezza salita e mezza discesa, con tanto di strappo sul pavè. Difficile fare dei buoni gruppi, ma alla fine mi trovo con altri 5 e si va per il T2.
Altro giro di acido lattico a mille e partenza lenta nella corsa per prendere fiato, finalmente mi riprendo e allungo bene il passo, tengo botta e mi passano solo un paio di atleti. Sprint finale in solitaria e chiudo in 72° su 151 in 1h 19 e 11, 18 e 30 dal primo…
Che dire, Micci is back!
Per la gara in se un paio di appunti, la logistica non è il suo forte, ma dal ristorante si vede bene quasi tutta la frazione di nuoto  e con il multi lap si gode anche di un bello spettacolo. Il percorso è molto bello e impegnativo. Di sicuro da rifare!”

  • 0

Weekend di Ironman ed Iseo..Quante emozioni!!

Category : Archivio Post

IMG_3238

Un week end intenso quello ossigenato, pieno di treasferte e gare più o meno lunghe.

Andiamo in ordine di vicinanza ( e distanze di gara)..quindi partendo da sabato con il triathlon sprint di Iseo a cui hanno preso parte 7 ossigenati con risultati ottimi!!

Partiamo da coloro che ormai possiamo ritenere una garanzia..ovvero Davide “bernie” Campiotti, Erik “torello” Wolfart e sua moglie Trilly!

Per loro ormai non si sa piùù cosa dire poichè capaci di sparare tempi stratosferici in tutte e tre le specialità portando i colori ossigenati molto ma molto in alto!!

Silvia quinta assoluta, Davide sesto assoluto (con Fabian vincitore della prova n.d.r.) ed Erik nono assoluto.

Guardando poi bene le classifiche probabilmente qualcuno chiederà di mandare un controllo anti-doping a casa Wolfart poichè troviamo Luca Wolfart 17° Assoluto e ad un soffio dalla vittoria di categoria!!Way to go Luca!!

Presenti anche Matteo Righi che dopo aver passato indenne il nuoto si cimenta in una bellissima progressione sia in bici che di corsa che lo fa chiudere in 121° marcato stretto da Marco Mazzara staccato solo di poche manciate di secondi!!

Un plauso anche al nostro M3 Matteo Ricci capace di terminare il suo percorso in 1h48 minuti combattendo fino alla finish line!!

 

P.Gen
Pett
Nome
Team
Naz.
Cat
P.Cat
P.Sex
Tempo
Gap
1 5 226 STINGELE SILVIA OXYGEN TRIATHLON ger M2 1 5 1:21:57 +10:30

P.Gen
Pett
Nome
Team
Naz.
Cat
P.Cat
P.Sex
Tempo
Gap
1 6 5 CAMPIOTTI DAVIDE OXYGEN TRIATHLON ita S2 1 6 1:05:50 +5:36
2 9 8 WOLFART ERIK OXYGEN TRIATHLON ger M2 1 9 1:08:22 +8:08
3 17 111 WOLFART LUCA OXYGEN TRIATHLON ger YB 2 17 1:11:49 +11:35
4 121 122 RIGHI MATTEO OXYGEN TRIATHLON ita S2 14 121 1:30:44 +30:30
5 125 82 MAZZARA MARCO OXYGEN TRIATHLON ita M2 22 125 1:31:15 +31:01
6 177 191 RICCI MATTEO OXYGEN TRIATHLON ita M3 13 177 1:48:22 +48:09

 

IMG_3239

Il giorno seguente si è disputata la gara su distanza Olimpica e con un meteo abbastanza sfortunato poichè la frazione ciclistica è stata “on the rocks”…o per dirla in termini propri..con grandine!!

I nostri portacolori guidati da Trony seguendo il motto “le condizioni meteo non si subiscono, si affrontano!” sono andati comunque fortissimo!!

Simone arriva 20° assoluto e 3° di categoria seguito a ruota dal nostro rientrante ( e sempre cazzutissimo) Daniele Rossitto che a sua volta sfiora il podio di categoria!!

Concludono la loro coraggiosa prova anche Massimo Caporizzo e IronLorenzo Caligara con tempi di tutto rispetto!!

P.Gen
Pett
Nome
Team
Naz.
Cat
P.Cat
P.Sex
Tempo
Gap
1 20 43 FERRARO SIMONE OXYGEN TRIATHLON ita S3 3 20 2:21:53 +15:51
2 30 34 ROSSITTO DANIELE OXYGEN TRIATHLON ita M1 5 30 2:24:48 +18:45
3 220 292 CAPORIZZO MASSIMO OXYGEN TRIATHLON ita S3 35 220 2:50:46 +44:44
4 313 183 CALIGARA LORENZO OXYGEN TRIATHLON ita M1 67 313 3:03:33 +57:31

IronMan 70.3 Rapperswill – Jona

Presenti a Rapperswill i nostri Stefano “Fotored” Caraffini e Simone Comotti.

Cornice splendida con temperatura del lago “fresca” (almeno gli organizzatori dicevano così per non farla sembrare fredda) con 15°C, primo giro in bici bagnato e, fortunatamente, tutto il resto asciutto con temperatura gradevole.

Fotored (supportato dal mitico Norby) nuota bene uscendo 4° di categoria dalla prima frazione, paga leggermente lo sforzo in bici, ma si riprende parte del tempo perso con una buona mezza maratona.

Simone riesce a fare una gara regolare arrivando al traguardo con il suo solito gran sorriso.

Data la bella esperienza che raccontano i nostri ossigenati potrebbe essere una bella gara da proporre il prossimo anno…

IMG_3232

Ironman France

A Nizza presenti il Pres e SuperMario Fars con l’obiettivo per entrambe di andare oltre i propri limiti.

Il Pres parte bene ma, cosa strana per le sue solite prestazioni, in bici non riesce ad esprimersi al meglio per poi pagare ulteriormente dazio nella frazione podistica.

Mario dopo aver macinato più Km di una locomotiva negli allenamenti porta a termine la sua prova andando molto vicino al suo PB..senza gli acciacchi di aprile chissà se poteva abbatterlo!!

Challenge Venice

A Venezia ha preso il via il primo challenge full distance e l’oxygen ha schierato ben 2 agguerritissimi atleti.

Stiamo parlando del nostro mitico Gazze (anche lui al suo terzo Ironman) ed Antonio Fontana che invece esordiva sulla distanza.

Grande prova per entrambi capaci di portare a termine la gara nel migliore nei modi anche se la bendelletta di Antonio si ricorderà a lungo di questa impresa.

Per questo tipo di gare è importante però sottolineare una cosa molto importante..Si arriva preparati e carichi di aspettative..Purtroppo non va sempre così.. sappiamo tutti che in competizioni come queste bisogna avere anche la fortuna che vada tutto per il verso giusto..su una gara di più di 10 ore le variabili sono innumerevoli e non sempre va tutto come pianificato..ma la cosa che ti rende IRONMAN non è tanto il tempo che ci metti o la tua posizione in classifica ma la capacità di fare fronte a tutti quei possibili imprevisti in modo tale da arrivare a quella maledetta finish line comunque avendo vinto ancora una volta la sfida con te stesso..quindi complimenti a tutti i nostri FINISHER!!Ricordate che un Ironman va SEMPRE festeggiato!! (Quindi aspettiamo inviti 🙂 )