Monthly Archives: aprile 2016

  • 0

Primo podio di categoria ad Asola e Olimpico di Segrate

Category : Archivio Post , Gare

TriSprintAsola2011

Sprint di Asola

Alzi la mano chi sapeva l’esistenza dello sprint di Asola? Ebbene i nostri Davide Campiotti e Riccardo Cipolat hanno deciso di trascorrere domenica 24 aprile in provincia di Mantova per portate a casa dei punti pesanti.

Sembra essersi lasciato alle spalle il brutto incidente dell’anno scorso, il nostro Davide Campiotti conquista il primo podio OXYGEN di categoria del 2016 dimostrando ancora miglioramenti nella frazione di nuoto ed una corsa brillante con i 5km coperti in 17’30”. Velocissimo in aqua Cipolat, perde 3′ preziosi nella frazione ciclistica chiudendo con una buona corsa.

 P.Gen  Bib  First Name  Team  Cat  Cat P.  P.Sex  Gross Time  Gap
1 8 9 CAMPIOTTI DAVIDE OXYGEN TRIATHLON S2 1 8 1:00:59 +5:25
2 21 14 CIPOLAT RICCARDO OXYGEN TRIATHLON S2 6 21 1:03:58 +8:24

 Olimpico di Segrate

Erano in 3 gli ossigenati che sabato hanno nuotato all’idroscalo a Milano, nel terreno dove il 29/05 altre bollicine del club porteranno in alto i colori dell’OXYGEN nella distanza più corta dello sprint.

Un olimpico velocissimo, con una bici piatta e con una scia continua per tutti e 7 i giri. Per Gabriele e Iain questo è solo il passaggio per distanze più lunghe, Ironman di Venezia il primo e 70.3 di Lussemburgo il secondo, mentre per Massimo Caporizzo è stsato un bel debutto. Bravi finisher, ecco i loro tempi:

P.Gen

Bib

First Name

Team

Nat.

Cat

Cat P.

P.Sex

Gross Time

Gap

1 107 85 FRANZINI GABRIELE OXYGEN TRIATHLON M2 20 107 2:15:00 +24:08
2 170 137 FORMOSA IAIN OXYGEN TRIATHLON M2 35 170 2:20:26 +29:34
3 252 270 CAPORIZZO MASSIMO OXYGEN TRIATHLON S3 37 252 2:26:47 +35:56

 

 

 

Gross Time


  • 0

Triathlon Internazionale di Cannes e Sprint di Torino

Category : Archivio Post

13029524_960481920734421_4195728558678178550_o 20160417_145558

Sentite la vena competitiva che sale? Avete voglia di mettere a frutto tutti questi mesi di allenamenti? Alcune bollicine hanno deciso di esordire alla grande, con la lunga distanza al Triathlon Internazionale di Cannes, mentre altri hanno scelto lo sprint di Torino con il nuoto in piscina per testarsi.

Triathlon Internazionale di Cannes

12994385_10154792821169115_2686300793648841439_nUna trasferta molto mondana quella dei 5 ossigenati (Pres, Enri Aude Dani Pitzolu e Marco Gatti) che hanno portato le nostre bolle a Cannes, in Francia. Fra croisette, palais des festivales, tappeti rossi, ferrari, lamborghini e tante bentley, i nostri atleti hanno snobbato le varie boutique di Gucci, st Laurant, Prada e company per dedicarsi alla terza edizione del triathlon internazionale su distanza atipica 2/80/17.

Come sempre i momenti del viaggio, del ritiro pacco gara, della passeggiata sul lungo mare, dell’ultimo allenamento bike swim o run, della cena insieme (della serie 80km a piedi per il “conosco io un posto” del Dani), della passeggiata serale sulla croisette e quando tutti escono per fare festa noi si va a letto che la mattina la sveglia è alle 5, sono i momenti più belli e intensi.

La location è veramente bella e la gara ben frequentata (Ralert e Leanda Cave i più noti) con 2000 partecipanti su 3 distanze il lungo ne ha 900.

La mattina della gara ci troviamo alle 7 in zona cambio, per nessuno di noi è una gara obbiettivo e siamo tutti rilassati, ma come dice Fabio Corradin i buoni propositi scompaiono al suono del via…..15 minuti di riscaldamento nelle limpide acque del mediterraneo a 16° e poi si va in griglia. Enri entra con il n 32 con la dicitura PRO nella categoria, se la tira a bestia, in molti lo salutano e i fotografi se lo contendono e quando si schiera di fianco a Ralert, Fontana, Molinari e company in partenza con noi tutti dietro a 10mt ci guarda come per dire….”potevate essere PRO anche voi….”

3,2,1 bum partiti, piccola corsa e tuffo…… miiiii   che fredda, ma la sensazione dura pochi secondi poi adrenalina e concentrazione ti fanno pensare solo a seguire la scia avvicinarti alla boa e nuotare più velocemente e economicamente possibile e anche a sopravvivere perché la tonnara è grande e ci sono braccia e gambe che girano ovunque. Per i nostri 5 chi con più traffico e manate, chi con meno il nuoto passa via in bellezza con ottimo nuoto del Pres e di Enri che escono in ottima posizione, la transizione è in stile Ironman con sacche e tenda prima di entrare in ZC, la bici è dura con 1100mt di dislivello su 80km e solo i primi 20 e gli ultimi 5 in pianura. Il percorso è bello nella prima metà poi lo shock: la gara è completamente aperta al traffico e ci troviamo più volte fermi e incolonnati in file interminabili di auto, rotonde bloccate (dalle auto) e in un occasione ci hanno anche deviati su una pista ciclabile perché le strade erano bloccate da auto in coda, per una gara di quel livello ciò è inaccettabile. Al 35mo km in più inizia a piovere, forte, le strade sono scivolose, e il percorso diventa rischiosissimo per la presenza di auto moto camper camion e i lenti del percorso M che fanno l’ultima metà di percorso comune. Bisogna armarsi di pazienza e guidare come sulle uova soprattutto con le ruote in carbonio, (il problema non sussiste per chi ha la ruota davanti frenata e deve pedalare anche in discesa per muoversi ;-)…

Per la cronaca non c’è neanche assistenza tecnica ne in moto ne ai 2 ristori e il Pres si spara gli 80km con il problema tecnico alla bici che lo rallenta non poco. Viste le condizioni i nostri 5 chiudono dignitosamente la frazione di Bici e si lanciano in quella di corsa in un bel multilap a bastone di 4 giri con tanta gente a bordo strada a guardare e incitare e la possibilità dei vedersi e incitarsi fra Ossigenati ad ogni passaggio. Un mega grazie ai nostri tifosi (famiglia Gatti) per il tifo, anche Simone (enri) ringrazia particolarmente ;-). Anche nella corsa qualche problema organizzativo con molta gente che attraversa mentre passano gli atleti e fila al ristoro che ti obbliga a fermarti e farti spazio se vuoi bere. Il percorso e piatto e a parte i rilanci dei giri di boa è facile prendere il ritmo che si vuole tenere, la temperatura è perfetta e le gambe girano.

Ad uno ad uno tagliamo il traguardo ci aspettiamo con Enri e Aude, e Marco e Dani ci raggiungono al pasta parti in spiaggia in riva al mare, ci raccontiamo le nostre esperienze e impressioni, ci facciamo i complimenti e mangiamo guardando le acque azzurre del mediterraneo

Forza Oxygen! Ecco la classifica:

Pos

Cognome Nome

Pett

Sex

tempo

Nuoto

Bici

Run

206

MINARINI Fabrizio

870

M

04:37:18

00:35:09

02:42:42

01:16:18

276

MINARINI Enrico

32

M

04:45:06

00:37:23

02:41:54

01:22:56

338

KIENZLER Aude

365

F

04:51:43

00:41:43

02:59:26

01:08:05

524

PITZOLU Daniele

874

M

05:13:43

00:43:29

03:08:38

01:18:04

528

GATTI Marco

366

M

05:14:24

00:41:15

03:12:16

01:17:23

Sprint di Torino

20160417_145558Avevno proprio voglia di gareggiare i nostri 4 ossigenati che domenica hanno scelto Torino: nuoto in vasca da 50mt, 7 giri in bici e 2 di corsa per uno sprint sono numeri che fanno girare la testa. Vincent perde il conto del giro in bici ed è squalificato, mentre la nostra Cloè, che si allena per le lunghe distanze, non riesce a dimostrare la sua forza in bici visto le caratteristiche del percorso. Bene il nostro Danilo Nolli e brava anche Gloria che ci commenta così questa esperienza: “Il nuoto nella piscina da 50mt è tutta un altra cosa: a mio avviso molto più divertente!! Il percorso bici era un multilap di 7 giri, pieno di curve a 90°. La corsa invece era carina e si sviluppava tutta intorno ad un parco!!! Insomma il percorso non è stato nulla di speciale, ma come prima gara della stagione ci sta tutta!!!”

 

Ecco la classifica dei nostri ossigenati :

Pos

Pet

Nome

Cat

Pos

Time

1

19

243

DESMET CLOE’

S2

3

1:15:20

2

34

258

RINALDIN GLORIA

S1

6

1:23:49

1

91

81

NOLLI DANILO

S3

11

1:11:45


  • 0

Il triathlon di Rank torna al Lago Maggiore‏

Category : Archivio Post , Gare

volantino_sprint angera_DUL

La 5^ stagione dell’OXYGEN TRIATHLON di Ispra (VA) non poteva partire in modo migliore. A marzo la Federazione Italiana Triathlon ha concesso alla squadra il Rank nazionale per la gara distanza Sprint che la squadra organizzerà nella splendida cornice di Angera (VA), con il nuoto nel Lago Maggiore il prossimo 18 settembre 2016.

Il presidente Fabrizio Minarini non nasconde la soddisfazione “a distanza di un anno dalla nostra prima gara regionale ad Ispra (VA), siamo riusciti ad ottenere questa dimostrazione di fiducia, merito di un’organizzazione ad altissimo livello soprattutto rispetto alla sicurezza nelle strade durante la frazione ciclistica.  La gara avrà luogo nella magnifica cornice del Lago Maggiore: il nuoto 750mt sarà nelle acque del lago di fronte il comune di Angera nostro Partner nell’organizzazione, la frazione di bici si svolgerà sul lungo lago e interesserà i comuni di Angera e Ranco su un circuito di 10km da fare due volte. La corsa tutta ad Angera su un multilap di 5km sarà veloce e piatta per concludersi sempre di fronte al comune di Angera. La zona cambio sarà sui pratoni sotto lo sguardo attento della Rocca di Angera. Si attendono fra i 200 e i 300 partecipanti con un indotto di circa 700-800 persone.”

Continua Massimo Dioguardi Burgio, vice-presidente ed responsabile gare “il merito dell’ottima riuscita della prima gara Oxygen, va sicuramente ai nostri 50 volontari ossigenati che hanno saputo trasmettere passione ai partecipanti di ogni età ed esperienza, dalla campionessa delle fiamme oro Margy Santimaria agli oltre 20 neofiti del triathlon che hanno provato per la prima volta cosa significasse tagliare il traguardo di una gara. Sarà nostro nuovo compito ospitare e far conoscere il nostro territorio agli atleti che partiperanno a questa gara”.

Una gara che rientra in un più ampio progetto di turismo-sportivo che vede coinvolta la Provincia e la Camera di Commercio di Varese. Mauro Temperelli, segretario generale Camera di Commercio Varese, commenta così: “Questa manifestazione sportiva promossa da Oxygen Triathlon è perfettamente coerente sia con gli obiettivi del progetto #DoYouLake?, promosso da Camera di Commercio e Regione Lombardia per valorizzare il Lago Maggiore, sia con gli scopi della neocostituita Varese Sport Commission. Come Camera di Commercio, abbiamo infatti lanciato la sfida di utilizzare lo sport quale strumento di promozione del nostro territorio attraendo eventi, agonistici e non, in grado di muovere praticanti e appassionati, familiari e accompagnatori. E questo contando sullo straordinario connubio di bellezze ambientali e competenze organizzative che fanno della provincia di Varese – con il Lago Maggiore punto di riferimento internazionale – un vero e proprio “parco naturale” di grande rilievo.”


  • 0

Mezza Maratona di Berlino 2016 – resoconto di Hubert RAUSCHER

image003

Un spettacolo enorme, una grande festa,  > 30.000 partecipanti, > 250.000 spettatori, tanti band da rock a tecno lungo il percorso. Cheerleader con pompon incluse.  C’è il sole, temperatura 10 gradi, vento trascurabile. Un percorso pianeggiante e pittoresco mi aspetta, spero.

Ore 10:00 – io sono pronto nella zona di partenza. Gli skater inline sono già partiti alle 09:30 e il primo ha già passato l’arrivo dopo 30 minuti! Pazzesco!

Ore 10:05 – il segnale di partenza della mezza maratona! Cerco di seguire il mio piano e trovare la velocità giusta. Km 1, 2 , 3  vanno bene in 3:57, 3:55, 3:57 – tutto ok !

Km 3 La Porta di Brandeburgo, km 5 la colonna di vittoria, km 9 il castello di Charlottenburg . I primi km 8 quasi sempre dritto. Fino a km 14 tutto va bene, e poi: crisi!! Tra km 15 – km 17 credo che non c’è la faccio più di mantenere la velocità e la tentazione di rallentare cresce. Rallento un po’ , però subito gli altri cominciano di passarmi – no mi piace per niente!!! Quindi mi sforzo di nuovo….

Km 17 – crisi superata e al km 18-19 qualcuno vicino a me chiama “Forza, ragazzi, sono solo 10 minuti al arrivo!” Penso ha ragione quel tipo, e stringo i denti. La ultima curva, e finalmente: l’arrivo!

Il mio tempo finale è 1:24:06,  posizione 20 nella mia categoria e 444 in totale. Sono felicissimo, con un nuovo PB!  Oxygen rocks!